Santa Maria delle Grazie

Le origini di questa chiesa si fanno risalire al xv° secolo, epoca in cui il vecchio borgo, di cui si vedono ancora i resti sul monte Asprano, venne completamente abbandonato e Caprile venne edificato più in basso. Il sacro tempio ha la facciata di stile romanico mentre, l’interno presenta le linee della decorazione barocca.

Pregiati sono due dipinti su tavola raffiguranti la visitazione e la Madonna di Pompei, opera del pittore Marco Mazzaroppi e il trittico rappresentante S. Sebastiano, S.Rocco e S. Tommaso d’Aquino su affresco sulla parete a sinistra dell’entrata. Una splendida statua lignea del XVII° secolo, ricavata da una pianta di pero, costituisce il maggior vanto della comunità.

La chiesa ha due torri campanarie,che ospitano rispettivamente le campane e un orologio meccanico, autentico pezzo di storia costruito nell’anno 1870 da maestri orologiai della valle d’Aosta tuttora funzionante.Le celebrazioni eucaristiche, vengono animate dal coro che prende il nome dall’omonima chiesa, composto da circa quindici elementi.Davanti alla chiesa sorge una caratteristica piazzetta, una vera balconata da cui si può ammirare la campagna sottostante fino ai monti Ausoni.